Skip to content

Tre modi per giocare un Texas Hold’em vincente

by Poker Texas on May 28th, 2011

Ecco 3 modi per giocare a Texas Hold’em Poker e dare una marcia in più alle vostre vincite.
Ci sono libri interi di stratgia del poker che ci dicono come giocare in questa o in quella situazione, ed è importante conoscere tutti gli aspetti del gioco per poter affrontare sfide importanti.
Ma ci sono anche linee guida generali che, se seguite fin dall’inizio della propria carriera di giocatore di poker, possono far subito imennare le vincite e i risultati positivi al tavolo da gioco.
Anche se questi concetti possono essere familiari alla stragrande maggioranza dei giocatori di poker, non è sbagliato ricordarli, perché come si sa “repetita juvant”:

  1. Giocare poche mani dalle prime posizioni.
    Un detto afferma che i tre fattori più importanti nell’acquisto di una casa sono: location,  location, location. Nel poker questo detto si può tradurre con posizione, posizione, posizione. La posizione che determina l’ordine delle scommesse è così importante nel poker che  certe mani sin passano solo perché ci troviamo in una posizione sfavorevole. Se si gioca una partita di Hold’em in maniera corretta, non si giocheranno molte mani nelle posizioni iniziali.
  2. Nel poker carte dello stesso seme sono migliori di carte diverse.
    Anche se è bello chiudere un colore nel flop quando abbiamo due carte dello stesso seme in mano, non capita molto spesso, per essere precisi capita solo una volta su 100 di floppare il colore.
    La percentuale sale a 11% per quanto riguarda i quattro quinti di colore e si chiude la mano il 35% delle volte.
    Ma se si floppano quattro quinti di colore con carte alte è ancora meglio perché si ha anche la possibilità di chiudere una buona coppia.
    In altre parole il colore parziale ci permette di stare in partita e ci da anche la possibilità di chiudere altri punti come ad esempio una coppia d’assi o di kappa, ed è per questo che le odds sono sempre positive.
    Anche se non c’è garanzia di vittoria ci si trova in una buona situazione finché entrambe le nostre carte sono più alte di quelle comunitarie.
    Le carte basse dello stesso seme non offrono la stessa opportunità perché ci sono meno probabilità che le tue carte coperte chiudano una coppia vincente. 
  3. Nel poker bisogna saper spingere e frenare
    Con le mani incomplete come quattro quinti di colore o di scale, che possono essere completate con otto incastri di carte possibili, ci si trova in una situazione in cui si spera di trovarsi davanti ad un più alto numero di avversari possibile perché se si è fortunati si può vincere un piatto molto ricco.
    Quindi si deve cercare di coinvolgere nel gioco molti avversari con delle puntate fatte in maniera strategica.
    La situazione è differente se ci troviamo con una coppia alta , perché in genere non si tramuterà in un punto molto alto almeno che non abbiamo la fortuna di chiudere un tris. Per questo le coppie alte hanno molte più probabilità di successo contro pochi avversari.
    Per questo dobbiamo mettere in atto una strategia di puntate e rilanci atta a mandare via dal gioco il più alto numero di avversari, come ad esempio fare prima check e poi rilanciare su un rilancio avversario.

In linea di massima quindi, nel Texas Hold’em poker dovete giocare poche mani nelle prime posizioni, capire la natura delle carte alte, dello stesso seme e sapere quando coinvolgere gli avversari in un piatto e quando mandarli via.
Sono tutte strategie che ci aiuteranno a migliorare il nostro stile di gioco e le nostre vincite.

ARTICOLI CORRELATI

One Comment
  1. leo mancini permalink

    Consigli molto interessanti che di certo possono tornare utili

Leave a Reply

Note: XHTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to this comment feed via RSS