Skip to content

Vincere a poker contando le Outs e le Odds

by Poker Texas on January 19th, 2011

I veri giocatori di Texas Hold’em poker per capire  se è giusto vedere un a scommessa, controllano sempre che le pot odds siano corrette. Per calcolare velocemente le odds potete usare un calcolatore poker in modo da ottenere subit le percentuali relative alle probabilità che v’interessano.

Le pot odds, sono le carte totali rimaste nel mazzo meno quelle che ci aiutano a chiudere il punto. Le carte che ci aiutano sono chiamate “outs”.
Gioco spesso a poker online  e vedo molti giocatori che non contano attentamente le loro odds ed altri addirittura non le contano per niente. Ecco quindi alcuni suggerimenti per contare le vostre outs nel poker.

Nel Texas Hold’em poker bisogna conscere il punto da battere

Prima di contare le outs e le odds, bisogna avere un’idea generale di ciò che si ha di fronte.
Coinvolgere il vostro avversario in una mano è una capacità che richiede un po di logica e un sacco di esperienza. Se si desidera migliorare questa capacità, si può provare a indovinare ciò che gli altri giocatori hanno durante le mani in cui non siete coinvolti: Molti giocatori (e anche giocatori molto bravi!) prestano poca attenzione alla mano dopo aver passato. Non si esercitano nel leggere le mani avversarie, tranne quando vedono il flop. La maggior parte dei giocatori vincenti vede solo il 20% dei flop in un gioco full ring, queto significa che passa 8 mani su 10.

Un’altra cosa interessante sull’analizzare giocatori durante le mani in cui non siamo in gioco è che non vi è alcuna pressione. Quando siamo in un piatto la pressione può annebbiare il nostro giudizio. Provando a  leggere le mani quando non siamo coinvolti nel piatto, non solo affiniamo i nostri sensi per i momenti in cui conta davvero, ma possiamo anche osservare tutte le tells che ancora non avevamo notato.
Pratica – pratica – pratica. Come le vostre abilità di lettura delle mani miglioreranno, la tua capacità di contare con precisione le outs salirà enormemente!

Contare le outs di base
Ecco il calcolo delle odds più semplice per ottenere una stima approssimativa delle vostre chance di vittoria. Avete A-K di cuori e il flop è Jcuori, 7cuori, 2picche. Avete quattro quinti di un colore. Ci sono nove cuori nel mazzo in modo da avere 9 outs. Abbastanza semplice giusto? SBAGLIATO! Cosa stai pensando abbia il tuo avversario in mano? Se pensi abbia QQ, allora avete 6 outs supplementari se un asso o un re esce nel flop.
Ci sono un sacco di cose a cui pensare quando si inizia ad osservare la mano in modo critico. Fortunatamente, contare le outs rende le cose un pò più facili.

Contare le out con mezze out

Anche se sarà molto meglio valutare  il vostro avversario in base ad una serie di mani, sarà impossibile sapere sempre con esattezza cosa abbia in mano. Per tale motivo, ci sono momenti in cui si dovrebbero considerare le outs come “mezze outs”. Un buon esempio è quando si floppa un progetto di scala, ma vi è anche un progetto di colore nel board. Con il vostro tipico progetto di scala, si hanno 8 outs per colpire il vostro punto. Tuttavia, se c’è la possibilità che il tuo avversario si trovi su un progetto di colore, allora in tali casi, le out andrebbero considerate come mezze outs.  Contare le out, come mezze out vi darà una stima più conservativa di quanto grande il piatto deve essere e vi aiuterà a evitare situazioni negative un po più spesso.

In conclusione, il conteggio delle outs è un’altra di quelle competenze che richiede pratica ed esperienza per ottenere buoni risultati. Più si pratica e più si affineranno le capacità do riconoscere immediatamente le out e prendere le giuste decisioni.
Le cose importanti da ricordare sono due. In primo luogo, fate una supposizione sul punto o la gamma di punti che i vostri avversari potrebbero avere in mano e  in secondo luogo, fare un conteggio accurato dei vostri outs, prendendo in considerazione anche le mezze out.
In pratica le outs sono necessarie per tutti i calcoli delle probabilità, come le implied odds o le chance di vittoria in un determinato piatto.
Dopo di che, puntare più chip nel piatto sarà una decisione molto più facile. Non perdete mai l’opportunità di fare pratica durante le mani in cui non partecipate al gioco, sono queste piccole cose che separano i giocatori bravi da quelli vincenti.

ARTICOLI CORRELATI

No comments yet

Leave a Reply

Note: XHTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to this comment feed via RSS