Skip to content

Mani di partenza nel poker low stakes: da Q a 10

by Poker Texas on December 27th, 2010

Mani di partenza nel poker: da Q-Q a 10-10

Ci sono due modi di giocare queste mani, a seconda della vostra tolleranza per la varianza.

Alcune persone consigliano di rilanciare con queste mani, sia per cacciare i bui che per creare una situazione di testa a testa in cui questo tipo di punti è più efficacie.
Non dico che queste persone sbagliano, ma il Il mio problema è che ogni volta che ci provo, c’è sembra sempre di essere un asso o un re nel flop, e a quel punto sono costretto inevitabilmente a passare. questa può essere una mia debolezza, ma ho il sospetto che ci sono un sacco di altri giocatori che hanno questo stesso problema

Quindi, se si rientra in tale categoria, il mio consiglio è quello di trattare queste mani allo stesso modo delle piccole coppie (vedere la sezione successiva) e andarci piano, con l’unica eccezione di quando queste carte sono più alte del flop.
Se ci sono dei giocatori che scommettono e un asso o re esce nel board, sicuramente sarete dietro – o almeno non vi è costato molto scoprirlo. Nel caso contrario, avete una buona probabilità di essere avanti. Detto questo, io ancora non mi piace giocarmi grandi piatti con queste carte, e se non rilanciate lasciate che gli altri provino facilmente i loro giochi contro di voi. Io tendo in genere a fare un rilancio di medie dimensioni a titolo indicativo, ma rimango pronto ad aggredire.

A volte, è meglio una via di mezzo. Un rilancio moderato nel  pre-flop  per vedere che acqua tira. Se qualcuno mi viene a vedere penso che abbia un asso o un re e io sarò aggressivo se non esce niente nel flop.

Se non vi piacciono le decisioni difficili, ricordate il tris e la regola di cui sopra. Q-Q non ha più probabilità di raggiungere il tris rispetto a una coppia di  2 è quindi si devono trattare allo stesso modo.

ARTICOLI CORRELATI

No comments yet

Leave a Reply

Note: XHTML is allowed. Your email address will never be published.

Subscribe to this comment feed via RSS